Crisi delle materie prime e l’importanza di controllare i nuovi Fornitori

21-05-2021

 

Da diversi mesi i produttori di articoli stanno combattendo contro la penuria di materie prime, basta aprire un quotidiano qualsiasi per rendersene conto. Questa scarsità obbliga chi produce, a prescindere che lo faccia in UE o Extra-UE, ad attivare nuovi canali di fornitura e selezionare nuovi fornitori per riuscire a soddisfare gli ordinativi.

 

Non sempre, tuttavia, questi nuovi fornitori sono Società conosciute e con una reputazione di cui fidarsi, anzi, il rischio di imbattersi in Società che speculano su tale crisi aumenta di giorno in giorno, con il rischio di acquistare materie prime non conformi ai requisiti delle varie Normative!

Per i Produttori, o per gli Importatori, questo pericolo si traduce in un sensibile aumento del rischio di immettere nel mercato UE Articoli non conformi al Regolamento Reach e alla Normativa RoHS, senza rendersene conto.

I controlli, in Dogana o da parte delle Autorità sparse sul territorio, sono in costante aumento, anche alla luce di questa difficoltà di approvvigionamento di materie prime, quindi diventa fondamentale avere la certezza che i nuovi fornitori forniscano materie prime conformi.

Il rischio per i Produttori e gli Importatori è che, a fronte di controlli sui propri articoli, si riscontrino sostanze chimiche oltre ai limiti imposti dalle normative vigenti, con la conseguenza di finire nel Rapex e dover attuare un ritiro dal mercato con tutti i danni, di immagine e non, che ne conseguono.

Eurolab si propone come un Partner affidabile per la verifica del rispetto dei requisiti del Regolamento Reach e della Normativa RoHS: contattateci!

 

Ultime dal laboratorio

15-05-2021Autodichiarazioni dei Fornitori: Fidarsi è bene, controllare è megli

 

Autodichiarazioni dei Fornitori: Fidarsi è bene, controllare è meglio!

Realizzato da w-easy